Cooperative Sociali: Inaccettabile il mancato pagamento degli incrementi contrattuali ai lavoratori (2)

oss questa


FP CGIL, CISL FP e UIL FPL di Padova: Inaccettabile il mancato pagamento della seconda tranche di aumento (aprile 2020) ai Lavoratori delle Cooperative Sociali.

In seguito a molteplici segnalazioni di comunicazioni inviate da singole cooperative alle lavoratrici e ai lavoratori per giustificare la mancata corresponsione della seconda tranche di incremento contrattuale prevista per il mese di Aprile con l’ipotetico avvio di tavoli di confronto nazionale, Roberta Pistorello di FP CGIL Padova, Franco Maisto della CISL FP Padova e Antonio Imbriani di UIL FPL Padova esprimono tutta la loro disapprovazione per questa ennesima prova di scorrettezza proveniente dal mondo delle cooperative.

“Già da novembre 2019 – dichiarano i tre sindacalisti – quindi ben prima dell'emergenza Covid19, le Centrali di rappresentanza delle Cooperative avevano iniziato a chiedere la deroga al pagamento invocando le più svariate difficoltà. Deroga che tutte le Organizzazioni Sindacali si sono rifiutate di sottoscrivere sia a livello nazionale che regionale”.

Ecco perché i sindacati ribadiscono che c'è l’obbligo per le Cooperative di procedere alla regolare erogazione di quanto previsto dal Contratto Collettivo della Cooperazione Sociale in materia di incrementi economici.

Risulta quindi evidente che le Cooperative Sociali che hanno messo in campo la scelta di non pagare i lavoratori sono incorse in un inadempimento contrattuale sanzionabile, visto che hanno violato le loro obbligazioni sia nei confronti dei lavoratori che dei committenti pubblici (Regione e Comuni), con cui hanno stipulato degli accordi contrattuali per la gestione dei servizi che prevedono il rispetto dei Contratti di Lavoro. Inoltre, essendo oramai superata la metà del mese di maggio, sono ampiamente scaduti tutti i termini entro i quali poter tentare accordi ad ogni livello, anche in funzione del fatto che fin dall’incontro del Comitato Misto Paritetico Nazionale dello scorso 23 marzo tutte le Organizzazioni Sindacali avevano chiarito in modo inequivocabile che non sarebbero state disponibili a forme di gradualità.

“Sarà nostra cura – affermano Pistorello, Maisto e Imbriani - procedere immediatamente scrivendo alle committenze per segnalare la violazione contrattuale e mettendo per conoscenza la cooperativa che non ha corrisposto l’aumento previsto. E non solo: chiederemo a Regione e Comuni di intervenire per sanzionare il mancato rispetto degli obblighi dei gestori dei servizi per la mancata applicazione del Contratto di Lavoro. A tal proposito, desideriamo sottolineare che non tutte le cooperative non hanno rispettato i termini dell’aumento contrattuale. A fronte delle realtà che sono state corrette, ce ne sono altre, Codess in testa (che nel mondo delle cooperative è un colosso), che non lo sono state”.

“Inviteremo inoltre i lavoratori – proseguono i rappresentanti sindacali – a verificare l'applicazione della tranche di aumento e, nel caso di esito negativo, a chiederne conto alla cooperativa e a contattare il sindacalista referente territoriale per l'avvio delle procedure di messa in mora e recupero”.

“Tutto ciò si rende necessario – concludono i tre sindacalisti – di fronte al comportamento inaccettabile da parte di quelle cooperative sempre pronte a favorire una contrazione dei salari e a utilizzare il malessere dei lavoratori come strumento di pressione sui committenti pubblici. Una cosa ancor più ingiustificabile se si considera che si tratta di lavoratori spesso sottoposti a turni massacranti e il cui stipendio medio si aggira intorno ai mille euro. È giunto il momento di dire basta, i lavoratori vanno pagati”.

CGIL Padova - Via Longhin, 117 Padova
Tel. 049-8944211 - Fax 049-8944213 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Per il Caaf chiamare il Centro Unico di Prenotazione
tel. 0497808208

Apri Google Maps